comunicato stampa

L’Abc + n del buon comunicato stampa

La cosa ti suonerà strana: nell’era dei social network, perché perdere tempo con uffici stampa e comunicati stampa per giornali che nessuno legge più?

In realtà, non devi lasciarti fuorviare dalla parola “comunicato stampa” e sono due i motivi per i quali, invece, non dovresti trascurare l’opzione di produrre comunicati stampa relativi alla tua attività:

  1. I comunicati stampa arrivano ovunque, anche nelle redazioni di siti online e blog e non solo nelle redazioni di quotidiani/periodici cartacei. Il ciclo delle notizie oggi è decentralizzato; i comunicati stampa possono  aggirare i media e raggiungere in tempo reale milioni di pc, mentre i social network amplificano la notizia come mai prima d’ora
  2. Venire citati in un articolo di tipo giornalistico – sia nella versione cartacea, sia in quella web – conferisce ancora oggi autorevolezza e accresce il valore del tuo brand. Tanto più è autorevole il giornale sul quale compari, tanto maggiore sarà anche la tua autorevolezza.

 

Non per nulla, guarda cosa ha scritto Chiara Ferragni – che non ha alcun problema a comparire sulle copertine di riviste e giornali! – in questo vecchio post su Instagram a proposito della copertina del Corriere della Sera:

chiara ferragni

Tra tutte le copertine che ho ricevuto, questa è quella che mi rende veramente orgogliosa

Chiara Ferragni

Inoltre, basta pensare a quanto sia ancora difficile, per chi non è del mestiere, raggiungere un giornalista o una redazione giornalistica.

E’ un dato di fatto:

agenzie di comunicazione e PR custodiscono molto gelosamente la loro lista di contatti (telefoni, email, indirizzi), che è il loro principale tesoro professionale. 

Ovviamente, il comunicato stampa da solo non basta. Molti fanno l’errore di buttare fuori comunicati stampa senza avere dietro una strategia di comunicazione complessiva; senza aver prima costruito una propria brand identity; senza prima aver costruito le basi della notiziabilità.

Ricorda: una buona storia viaggia anche senza un buon comunicato stampa;
ma un buon comunicato stampa non viaggia senza una buona storia.

Ecco perché rispettare l’ABC + N del comunicato stampa è la prima regola se si vuole ottenere attenzione dai media:

  • A come accuratezza
  • B come brevità (evitare elementi inutili e ridondanti)
  • C come chiarezza (e semplicità)
  • N come notiziabilità

Se ti interessa approfondire l’argomento, ho preparato una guida con le 15 regole del comunicato stampa perfetto. La puoi scaricare qui gratuitamente. 

Ti è piaciuto questo articolo? Se pensi possa essere utile a qualcun altro, condividilo sui tuoi canali preferiti!

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su skype
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Restiamo in contatto?

Chi sono

Mi chiamo Romina e ti do il benvenuto nel mio blog.
Sono giornalista-acchiappastorie, blogger, digital media editor. Adoro la parola scritta.
Cosa faccio? Aiuto professionisti e aziende a trovare la propria storia memorabile e a raccontarla in modo efficace.

Post recenti

Archivio del blog
Scegli una categoria